Qarta Polis

XI DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO ANNO B

San Bruno

Il regno di Dio è la Chiesa. Essa è un campo ed è chiamata terra, nella quale  è seminato il seme del verbo di Dio. I seminatori sono gli apostoli e i dottori. Il seme è la predicazione evangelica. Questa cresce e germoglia prima come erba, poi come spiga, poi come frumento pieno. L’inizio di un’opera buona è come erba, perché ancora non si conosce chiaramente a quale fine giunga; l’erba, infatti, facilmente si secca e perisce. Diventa invece spiga quando ogni giorno cresce e fa progressi verso il meglio aumentando; tuttavia ancora si ignora se giunga alla perfezione. Ma poi diventa frumento pieno nella spiga quando, sconfitte le tentazioni carnali, da sé stesso l’uomo si offre totalmente a Dio e, per quanto lo consente l’umana fragilità, è trovato perfetto in tutto. Ma non c’è ancora una piena sicurezza, se non quando subito è mietuto e riposto nel granaio. Perciò è detto: E quando avrà prodotto il frutto, subito si getta la falce, perché è giunta la mietitura. Infatti il Signore getta la falce, quando per mezzo della morte del corpo chiama a sé le anime dei fedeli.

Cfr., Commento a Marco, III

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2024 Qarta Polis

Disegnato da Giovanni Lenzi