Qarta Polis

Nunc, Sancte, nobis Spiritus,

Metro: dimetro giambico. ˘ˉ˘ˉ|˘ˉ˘ˉ

Attribuito a Sant’Ambrogio (340-397), quest’inno è cantato all’ufficio dell’ora Terza (9:00 del mattino), ora in cui, nel giorno di Pentecoste, lo Spirito Santo scese sugli Apostoli (cfr., At., 2,15).

L’inno viene cantato durante la prima e la terza settimana del Salterio.

Nunc, Sancte, nobis Spiritus,
unum Patri cum Filio,
dignare promptus ingeri
nostro refusus pectori.
Ora, Santo Spirito,
uno con il Padre ed il Figlio,
degnati entrare in noi con forza,
riversandoti nel nostro petto.
Os, lingua, mens, sensus, vigor
confessionem personent,
flammescat igne caritas,
accendat ardor proximos.
Bocca, lingua, mente, senso, forza
proclamino la confessione (della fede),
la carità infiammi col fuoco
l’ardore inciti i prossimi.
Per te sciamus da Patrem,
noscamus atque Filium,
te utriusque Spiritum
credamus omni tempore. Amen.
Concedi che per te conosciamo il Padre e riconosciamo anche il Figlio e crediamo in ogni tempo in te, Spirito di entrambi. Amen.

 

 

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2024 Qarta Polis

Disegnato da Giovanni Lenzi