Qarta Polis

La carità

«Tutto quello che è vero, nobile, giusto, puro, amabile, onorato, quello che è virtù e merita lode, tutto questo sia oggetto dei vostri pensieri» (Fil 4,8).

La carità è quella forza interiore per la quale amiamo Dio sopra ogni cosa e il nostro prossimo come noi stessi per amore di Dio. Gesù fa della carità il comandamento nuovo. Amando i suoi «sino alla fine» (Gv 13,1), egli manifesta l’amore che riceve dal Padre; così, amandosi gli uni gli altri, i discepoli imitano l’amore di Gesù, che essi a loro volta ricevono. «Come il Padre ha amato me, così anch’io ho amato voi. Rimanete nel mio amore» (Gv 15,9). «Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati» (Gv 15,12). La carità, frutto dello Spirito e pienezza della Legge, adempie pienamente tutti i comandamenti di Dio.

«La carità è paziente, è benigna la carità; non è invidiosa la carità, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell’ingiustizia, ma si compiace della verità. Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta» (1 Cor 13,4-7).

Essa è superiore a tutte le virtù: le anima e le ispira; purifica la nostra capacità umana di amare e la eleva alla perfezione soprannaturale dell’amore divino, donando, a chi la pratica, la libertà spirituale.

Essa ha come frutti la gioia, la pace e la misericordia; esige la generosità e la disposizione a lasciarsi correggere in ciò che dispiace a Dio.

«La carità non avrà mai fine. Le profezie scompariranno; il dono delle lingue cesserà e la scienza svanirà… rimangono: la fede, la speranza e la carità; ma di tutte più grande è la carità!a » (1 Cor 13,4-7).

Cfr. Catechismo della Chiesa cattolica, sez I, cap. I, art., 7.

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2023 Qarta Polis

Disegnato da Giovanni Lenzi