Qarta Polis

XIV DOMENICA TO B

 

4 Luglio 2021

S. Bruno d’Asti

Come sua patria, Gesù intende la città di Nazaret, nella quale abitava sua madre e nella quale egli stesso era stato nutrito. Si meravigliavano tutti perché udivano e vedevano le sue virtù, ricordando bene che era vissuto tra loro, e non aveva studiato né mai aveva fatto alcunché di simile. Dicevano dunque: Da dove questa sapienza, da dove queste virtù? Dicono questo perché non sanno che Egli è la potenza di Dio, la sapienza di Dio. … Non è il figlio del carpentiere? Certo, è il figlio del carpentiere, ma non di quello che voi credete. Buon artigiano Giuseppe, ma migliore è quello che ha fabbricato l’aurora e il sole, di cui Egli è Figlio. Forse che sua madre non si chiama Maria? Certo conoscete la madre, ma non conoscete il Padre. Chi infatti non conosce il Figlio, non conosce neppure il Padre. Per cui Egli dice: chi vede me, vede anche il Padre (Gv 14, 9). Ma non conoscete bene neanche la madre, fino a che credete che sia figlio di Giuseppe. Infatti sua madre è la Vergine. Dovreste dire dunque: “Forse che sua madre si chiama Vergine Maria?”. Così infatti noi la chiamiamo. E i fratelli di lui... e le sorelleE si scandalizzavano in lui. Infatti dicono suoi fratelli e sue sorelle i nipoti di sua madre. È costume infatti delle divine Scritture chiamare fratelli i figli di fratelli e sorelle. Gesù allora disse loro: Non c’è profeta senza onore se non nella sua patria e in casa sua. Dovunque infatti è onorato Cristo, dovunque si é degnato di rivelare i miracoli e i prodigi, la sua virtù e la sua potenza: ma i Giudei soltanto non lo onorano, loro, con i quali ha vissuto per un certo tempo. E non vi fece molti miracoli; per cui Marco dice anche e non poté. Perché non poté? perché non volle! Perché non volle? per la loro incredulità. Poteva infatti, il Signore, se avesse voluto, sanare anche gli increduli, ma nella salute del corpo intendeva significare la salute dell’anima. L’anima infatti non può essere salvata né risanata se non per mezzo della fede, poiché Dio ha posto la salvezza nella fede, dicendo: Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo chi non crederà sarà condannato (Mc l6, l6). L’immutabile Signore ha stabilito certe cose in modo tale che in alcun modo potessero essere mutate.

Cfr. Dal Commento a Matteo III, 59

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2021 Qarta Polis

Disegnato da Giovanni Lenzi