Qarta Polis

DOMENICA DI PASQUA

4 Aprile 2021

S. Giovanni Crisostomo

Se uno è pio e amico di Dio, goda di questa festa bella e luminosa! Il servo riconoscente entri lieto nella gioia del suo Signore! Chi ha digiunato si goda ora il suo danaro. Chi ha lavorato fin dalla prima ora, riceva oggi il giusto salario. Se uno è giunto dopo la terza ora, celebri la festa con gratitudine. Se è arrivato dopo la sesta, non dubiti, non ne avrà alcun danno. Se ha tardato fino all’ora nona, si faccia avanti senza esitare. Se è arrivato solo all’undecima, non tema per la sua lentezza; perché il Signore è generoso ed accoglie l’ultimo come il primo. Concede il riposo all’operaio dell’undecima come a quello dell’ora prima. Ha misericordia dell’ultimo e cura il primo, dona all’uno e dona all’altro. Accetta le opere e ha cara la volontà, onora l’azione e loda l’intenzione. Entrate tutti dunque nella gioia del nostro Signore: primi e secondi godete la mercede! Ricchi e poveri danzate in coro insieme! Astinenti e pigri onorate questo giorno! Voi che avete digiunato e voi che non l’avete fatto, rallegratevi oggi: la mensa è ricolma, godetene tutti! Il vitello è abbondante, nessuno se ne vada con la fame. Gustate tutti il banchetto della fede, gustate tutti la larghezza della bontà, nessuno lamenti la sua povertà: é apparso infatti il regno universale, nessuno pianga i suoi peccati, perché dalla tomba è sorto il perdono; nessuno tema la morte, perché la morte del Salvatore ci ha liberati! Dominato dalla morte egli l’ha spenta; discendendo nell’Ade l’ha spogliato. L’Ade fu amareggiato per aver gustato la sua carne. Lo previde Isaia  (cfr. Is 14, 9) ed esclamò: Incontrandoti nelle sue profondità l’Ade fu amareggiato! Amareggiato perché distrutto! Amareggiato perché giocato! Amareggiato perché ucciso! Amareggiato perché annientato! Amareggiato perché incatenato! Aveva preso un corpo e si trovò davanti Dio, aveva preso terra e incontrò cielo, aveva preso quel che aveva visto e cadde per quel che non aveva visto! Dov’è il tuo pungiglione o Morte? dov’è o Ade la tua vittoria? Il Cristo è risorto e tu sei stato precipitato! II Cristo é risorto e i demoni sono caduti! Il Cristo é risorto e godono gli angeli! II Cristo è risorto e regna la vita! Il Cristo è risorto e non c’è più nessun morto  nella tomba! II Cristo è risorto dai morti ed è divenuto la primizia dei dormienti! A lui la gloria e la potenza per i secoli dei secoli. Amen.

Cfr. Catechesi della notte di Pasqua, Liturgia bizantina

Next Post

Previous Post

Leave a Reply

© 2021 Qarta Polis

Disegnato da Giovanni Lenzi